Il Distretto del Commercio di Bussolengo

I Distretti del Commercio nascono con il grande obiettivo di rianimare i centri storici, sia dal punto di vista degli eventi e delle manifestazioni ma anche e soprattutto dal punto di vista commerciale. Il Distretto del Commercio di Bussolengo “La Rosa di San Valentino Eternamore” nasce nel 2017 per promuovere e potenziare il tessuto commerciale del paese. La sua vision è improntata sul concetto di amore ed è ispirata dal legame di Bussolengo con San Valentino, il Santo dell’amore.

Storia

Arnaldo Casali giornalista, laureato in storia medievale, ha recentemente pubblicato un libro dal titolo Valentino, il segreto del Santo innamorato.


Come noto, San Valentino è il patrono di Bussolengo e a lui è dedicata una bellissima chiesetta del 1300 con affreschi datati 1400, che raffigurano i poteri taumaturgici del Santo. Ma nel mondo San Valentino è noto come il Santo protettore degli innamorati.

 

La storia riportata nel libro del Casali, descrive la vita del Santo che da pagano si converte alla religione cristiana e per questo è costretto a pagare il prezzo più alto: la perdita della sua amatissima moglie Silvia, figlia di un importante funzionario dell’impero, che lo fa incarcerare.
Nel corso del loro ultimo incontro, Silvia regala a Valentino una rosa di pietra (comunemente conosciuta come “rosa del deserto”) perché si ricordi per sempre del loro grande amore, che come quella rosa non appassirà mai.

 

Questa rosa sorregge Valentino nelle grandi prove subite a causa della sua conversione tenendo viva la memoria di Silvia. La Rosa viene conservata da Valentino fino alla sua morte per decapitazione e lo accompagna anche nella sepoltura.


Durante le invasioni barbariche, però, la tomba del santo viene profanata e la rosa messa in salvo da un fedele che la nasconde in una chiesa del Nord Italia.

Rosa del deserto
Torna su